Teramo Vivi Città: «Il 'ponte a catena' è in abbandono»

TERAMO – E’ polemico il presidente dell’Associazione Teramo Vivi Città, Marcello Olivieri, circa la paternità dell’intervento di riqualificazione eseguito dall’Anas nella zona del Ponte a Catena, ottenuto dal Comune, attraverso l’ufficio Lavori pubblici dell’assessore Di Giovangiacomo su pressante richiesta del capogruppo comunale di "Futuro In", Franco Fracassa. Olivieri attacca Fracassa ritenendo il suo uno ‘spot elettorale’, ma al di là della personalissima critica politica. qualcosa di più concreto lo segnala con la sua nota stampa: adesso mettete a posto il Ponte a Catena. Allegando le foto dell’attuale situazione del passaggio sopra al fiume Tordino, Olivieri sottolinea come il ponte sia «decadente: a protezione dei pedoni c’è una transenna legata con il ferro filato arruginito e la rinchiera rotta e arruginita è staccata dalla struttura portante». Insomma, una situazione di completo abbandono per l’unico tracciato percorribile dai mezzi verso la zona dell’ex inceneritore, del canile comunale e del centro rifiuti della Teramo Ambiente, in attesa dell’avvio dei lavori del nuovo attraversamento di Villa Pavone.

 

Leave a Comment