Lotto O, il Popolo di Teramo: «Ma cosa c'è da festeggiare?»

TERAMO – C’è una nota stonata nel coro di consensi di una giornata che ha visto Teramo ‘conquistarsi’ definitivamente la sua tangenziale. E’ quella di Franco De Angelis, esponente del Popolo di Teramo che ritiene inutile festeggiare per il Lotto zero da parte del’amministrazione, trasformando la giornata in uno spot elettorale. De Angelis ha tentato intanto di consegnare ai rappresentanti dei media un volantino di protesta è stato bloccato dai vigili urbani che gli hanno contestato, come da regolamento, la mancata richiesta di autorizzazione alla distribuzione. Con esso Il Popolo di Teramo vuole sottolineare come «dopo 20 anni, viste le interferenze di Pannella e la poca consistenza politica dei sindaci dal 1984 ad oggi adatti solo a portare nocumento a parlamentari e consiglieri regionali indifferenti ai problemi del nostro territorio, con colpevole ritardo si inaugura l’ultimo tratto del Lotto 0». De Angelis parla di «spot elettorale per e con Brucchi ed i suoi compagni di merenda. Il centrodestra ha dispiegato tutte le sue forze facendo passare il fallimento della sua amministrazione  come un grande risultato: un progetto approvato 29 anni fa prevedeva costi che certamente sono lievitati in maniera esponenziale». Per questo secondo uno dei movimenti civici cittadini «non c’é niente da vantarsi, siete tutti colpevoli. Quindi è fondamentale che andiate tutti a casa».

Leave a Comment