Sorpreso e arrestato con 30 chili di hashish

ALBA ADRIATICA – Gli agenti della squadra mobile di Teramo hanno arrestato un albanese ex operaio, oggi  disoccupato, Serian Galica di 29 anni, nel corso di una operazione antidroga condotta sulla costa vibratiana che ha portato alla scoperta di 30 chili di hashish.  Galica è stato bloccato ieri sera quando gli agenti hanno avuto la certezza di fosse nascosta la droga. L’uomo era infatti pedinato da molti giorni, essendo ritenuto un esponente di spicco di una rete di spacciatori che distribuiva sul territorio locale, a cavallo tra le due regioni abruzzese e marchigiana, lo stupefacente. In particolare, sembra che l’albanese nel corso degli ultimi mesi, consegnasse rifornimenti non inferiori a due etti di stupefacente. Per questo la mobile cercava di capire dove potesse custodire una quantità notevole di stupefacente. Proprio ieri sera lo stesso Galica suo malgrado, senza sospettare di essere seguito, ha condotto gli agenti fino al suo nasondiglio: era un garage nella sua disponibilità all’interno di un condominio a poche centinaia di metri da casa sua, sempre ad Alba Adriatica.  All’interno gli uomini diretti dal vicequestore Gennaro Capasso hanno trovato circa 300 panetti da un etto ciasuno di hashish, per un peso complessivo di 30 chili. Valore della merce all’acquisto, circa 90mila euro che si sarebbe moltiplicato fino a circa 300mila euro al momento della vendita. La droga è stata sequestrata mentre Galica è stato rinchiuso nel carcere di Castrogno a disposizione del magistrato. 

Leave a Comment