A Controguerra l'invasione degli atleti della "mangia-longa"

CONTROGUERRA – E’ una corsa con una partecipazione-record, ma è anche una corsa caratteristica e unica. Per questo la marcialonga di San Martino a Controguerra è nota anche come ‘mangia-longa’. Accanto alla corsa agonistica di 15 chilometri, infatti, si corre la passeggiata amatoriale di 5.000 metri in cui la gastronomia caratterizza l’appuntamento sportivo: i punti di ristoro sono infatti attrezzati non con i consueti integratori ma con le migliori specialità culinarie abruzzesi. Una particolarità che attira quindi non solo i corridori ma anche i turisti, al punto tale che l’organizzazione di questa 17esima edizione ha previsto pacchetti offerti a condizioni molto vantaggiose. Come di consueto, anche quest’anno si attendono tra i 1.500 e i 2.000 partecipanti. Sul fronte strettamente competitivo, i 15 chilometri saranno vissuti sulla sfida tra italiani e africani: particolare attenzione va rivolta ai keniani Julius Rono, Boniface Bii, al marocchino Mohammed Haji e all’ex azzurro Denis Curzi; al femminile sfida tra le campionesse di maratona Rosalba Console e Marcella Mancini contro le africane Soumia Labani, Eunice Kebet e Jane Chelagat.

Leave a Comment