San Nicolò ha il nuovo ufficio anagrafe

TERAMO – Apre mercoledì il nuovo servizio anagrafico del Comune a San Nicolò. Chiuso il precedente punto dove era stato anche localizzato un centro prelievi della Asl, l’amministrazione comunale ha deciso di sistemare dei locali all’interno della scuola media Giovanni XXIII per ospitare una succursale dell’ufficio anagrafe di piazza San Francesco a Teramo. Si tratta anche qui di una sistemazione temporanea, almeno fino a quando il Comune non riuscirà a realizzare il progetto di recupero del plesso scolastico Carlo Febbo, che è destinato a diventare il Palazzo di Città della frazione più popolosa del capoluogo. Nei nuovi locali in due giorni alla settimana, sarà possibile chiedere ed ottenere subito tutti i certificati anagrafici – comprese le carte d’identità – ma anche rifornirsi del meateriale per la raccolta differenziata: infatti, se il mercoledì (dalle 8.30 a mezzogiorno) è attivo l’ufficio demografico, al venerdì funziona l’info-point di Teramo Ambiente. L’iniziativa è stata presentata questa mattina dal sindaco Brucchi, dall’assessore all’anagrafe Mirella Marchese e dal presidente del Consiglio, Angelo Puglia e dal capogruppo della Lista civica "Al Centro per Teramo", Roberto Canzio, che si è impegnato in maniera particolare per l’apertura di questo servizio. «E’ una soluzione temporanea –  ha spiegato il sindaco – che però dovevamo avviare per non privare una comunità importante come San NIcolò di un servizio tanto importante. E’ temporanea perchè speriamo di cantierare entro il mese di maggio il progetto di ristrutturazione del plesso Febbo, dove c’è la disponibilità di un finanziamento di 500mila euro: diventerà il Palazzo di Città di San Nicolò». Il sindaco ha anche annunciato, su invito del consigliere Canzio, che sarà presente nella ‘succursale’ due volte al mese per incontrare i cittadini. E per la frazione non è finita qui: nei prosimi giorni verrà inaugurato anche il posto fisso della polizia municipale in piazza Progresso.

Leave a Comment