Sfuggono al posto di controllo perchè avevano droga

MARTINSICURO – Con la loro auto hanno effettuato una repentina inversione di marcia quando hanno visto il posto di controllo organizzato dagli agenti della questura di Teramo e del Reparto prevenzione crimine di Pescara. Sono stati inseguiti e fermati: Giovanni Cervellini e Serena Cifà, trentenni, avevano anche cercato di disfarsi di un involucro, gettandolo dal finestrino. Conteneva circa una decina di grammi di stupefacente, tra mariuana e hashish, già suddivisa in dosi. Nelle perquisizioni domiciliari, gli agenti hanno rinvenuto, a casa dell’uomo, oltre a 5 sigarette “contraffatte" con marijuana al posto del tabacco, anche un verso e proprio supermercato della doga: nel comodino della camera da letto c’erano altre confezioni di marijuana e di hashish. A casa della donna, nel cassetto di una scrivania, oltre un etto di marijuana in una bustina, hashish e un bilancino di precisione oltre a pasticche di ecstasy e, sul balcone, anche 2 piante di marijuana. Lo stupefacente sequestrato ammonta a 145 grammi di marijuana e 7 di hashish. Entrambi sono stati rinchiusi nel carcere di Castrogno a disposizione del magistrato.

Leave a Comment