Palo divelto in incidente diventa un pericolo su via Po

TERAMO – Le foto che mostriamo sono quelle dell’aiuola spartitraffico contro cui, la notte tra veneerdì e sabato, si è schiantato uno scooter condotto da un 23enne di san Nicolò, le cui condizioni sono gravissime. Il mezzo ha urtato la segnaletica verticale, un palo di ferro con il segnale di direzione obbligatoria, unico allarme visivo installato su questi manufatti in cemento che dividono lo "stradone" in due corsie: un rischio perenne, per chiunque percorre questa trafficata arteeria di ingresso in città. Ma le foto sono eloquenti oltre che per testimoniare lo stato di degrado dello spartitraffico – bande colorate che dovrebbero essere rifrangenti ormai consunte, cordoli in cemento rotti o divelti, immondizia dove dovrebbe esserci erba o fioriera, essendo un’aiuola – ma anche di come il palo centrato dallo scooter e piegato, si trovi adesso in una situazione pericolosissima. E’ piegato ad altezza uomo, a mò di lancia, e costituisce  un rischio non solo per i motociclisti ma anche per le autovetture: è sotto gli occhi di chiunque, strano che nessuno deputato a farlo non lo abbia segnalato all’Anas o al Comune o alla Provincia, chi tra essi è competente per la rimozione e nuova installazione. Lo facciamo noi, sperando che non resti un monumento all’incuria. 

Leave a Comment