Rom, una inclusione possibile col territorio

TERAMO – “Etnia Rom: una risorsa per il territorio”  è il titolo di un convegno che la Caritas diocesana, nell’ambito di un ciclo di seminari formativi dedicato alla cultura romanì e denominato “Gli uomini si liberano insieme”, organizza per sabato nella “Sala Kursal di Giulianova (Lungomare Zara). Il progetto della Caritas si pone come obiettivo quello di favorire la partecipazione alla vita civile l’inclusione sociale e l’integrazione di donne, uomini e bambini appartenenti all’etnia Rom. In sede locale, nell’ambito del progetto, sono state realizzate due iniziative significative: “Agroliberi” e “Nuova Sartoria Rom”. “Agroliberi”, realizzata con la collaborazione dell’istituto Agrario “Di Poppa-Rozzi” e dell’U.E.P.E,, si propone di favorire il reinserimento di persone sottoposte a misure alternative alla detenzione, attraverso l’acquisizione di competenze specifiche nel campo dell’agricoltura, così da offrire un’alternativa costituita da occasioni di lavoro. La “Nuova  Sartoria Rom” è un laboratorio, realizzato in collaborazione con l’Associazione Maria Teresa Onlus, nel quale le donne Rom imparano a realizzare abiti e borse, anche con materiali di riciclo, acquisendo professionalità che favoriscono l’inserimento lavorativo. Sul fronte dei minori, in età scolare, la Caritas  inoltre, ha attivato una serie di attività di supporto alla  integrazione e al successo scolastico degli alunni Rom. Il progetto prevede la presenza di operatori  che esercitano un supporto facilitatore diretto nelle aule scolastiche e, in orario pomeridiano, presso centri convenzionati per l’esecuzione dei compiti e la socializzazione con altri alunni del territorio. Il programma del seminario formativo di Sabato 23 Novembre prevede i saluti del Sindaco di Giulianova Francesco Mastromauro e del Vescovo della Diocesi di Teramo-Atri monsignor Michele Seccia. Seguirà la tavola rotonda con Santino Spinelli (Docente di Lingua e Cultura Romanì presso l’Università degli Studi “G. D’Annunnzio” di Chieti)), Diego Cipriani (Direttore dell’Ufficio Promozione Umana della Caritas Italiana), Giuseppe Di Luca (Consigliere della Regione Abruzzo), Maria Rosa Giorgini (Associazione Madre Teresa Onlus), Mariantonietta Cerbo (Direttore dell’’U.E.PE. dell’Amministrazione Penitenziale di Pescara-Chieti-Teramo), Teresa Di Bernardo (Resp. della Sede di servizio U.E.P.E. di Teramo), Silvia Manetta (Dir. Scolastico dell’istituto Superiore “Di Poppa-Rozzi”).

Leave a Comment