Vaccinazioni, parte la maxicampagna della Regione

TERAMO – E’ partita lunedì scorso la campagna di sensibilizzazione sulle vaccinazioni della Regione Abruzzo che continuerà sino a marzo. A tal proposito, i medici incontreranno i cittadini nei centri commerciali e risponderanno in chat e forum ad ogni domanda che potrà essere rivolta direttamente, in anonimato e senza alcun costo, tramite il sito ufficiale già attivo (www.iomivaccino.it). Si tratta di un vero e proprio servizio individuale offerto agli abruzzesi sulle vaccinazioni più significative per la popolazione. La prima vaccinazione oggetto della campagna è quella antinfluenzale: sabato, per l’intera giornata, i medici dei Servizi di Igiene Epidemiologia e Sanità Pubblica risponderanno alle domande dei cittadini nelle Oasi Informative allestite nei principali Centri Commerciali delle quattro province: L’Aquilone a L’Aquila, Megalò a Chieti, L’Arca a Spoltore, Val Vibrata a Colonnella. La Direzione Politiche della Salute della Regione promuove, inoltre, quattro campagne di comunicazione per la vaccinazione contro il virus influenzale, il MPR (morbillo, parotite, rosolia), il meningococco e pneumococco e la rosolia per donne in età fertile. Ciascuna campagna ha una durata di 4 settimane e la prima – quella dedicata al vaccino contro l’influenza – ha preso avvio lunedì scorso. Le quattro campagne promosse dalla Regione hanno lo scopo di sensibilizzare la collettività alla prevenzione e di favorire un’adesione informata e consapevole da parte dei cittadini a vaccinazioni raccomandate ma non obbligatorie.
A chi è raccomandata la vaccinazione. La vaccinazione contro l’influenza è raccomandata a tutte le persone di età superiore a 65 anni e a coloro che sono sofferenti di malattie croniche e debilitanti a carico dell’apparato cardiovascolare, broncopolmonare, renale, nonché agli addetti a servizi di pubblica utilità e agli operatori sanitari. La vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia è raccomandata ai nuovi nati, ai bambini (5-6 anni) e agli adolescenti (11-18 anni), nonché agli addetti a servizi di pubblica utilità e agli operatori sanitari.
La vaccinazione antipneumococcica ed antimeningococcica è raccomandata ai nuovi nati, ai bambini (5-6 anni), agli adolescenti (11-18 anni), ai soggetti a rischio di infezione per patologia o per particolari condizioni di vita, nonché agli addetti a servizi di pubblica utilità e agli operatori sanitari. La vaccinazione contro la rosolia è raccomandata a tutte le donne in età fertile (soprattutto se esposte a rischio di contagio per ragioni professionali, come le addette a servizi di pubblica utilità e le operatrici sanitari).
Le campagne di comunicazione. Con le campagne di comunicazione, la Regione intende avvicinare la sanità ai cittadini. In quest’ottica sono stati sviluppati una serie di strumenti specificamente individuati. Alle affissioni stradali e alla diffusione di materiale informativo si affianca, infatti, una comunicazione dinamica sugli autobus Arpa (della durata di quattro settimane per ogni campagna, senza soluzione di continuità). È stato, inoltre, creato il sito web www.iomivaccino.it, fornito di chat e forum. Grazie ad essi, i cittadini potranno interagire con medici delle Asl abruzzesi, in modo da ricevere un’integrazione alle informazioni generali riportate tra le Faq. Grazie ai contenuti e agli aggiornamenti del sito, i cittadini avranno accesso diretto a una fonte di informazione certificata, attendibile e autorevole. L’autorevolezza, infatti, è la risposta che la Regione Abruzzo offre ai cittadini, che hanno diritto a conoscere per poter prevenire. Il sito, inoltre, è stato concepito non come strumento di somministrazione di notizie da subire, ma come un vero e proprio spazio di confronto, dedicato a curiosità, paure, necessità di informazioni pratiche.
Le oasi informative. Ogni campagna prevede un’attività di divulgazione, monitoraggio e consulenza con la predisposizione di "oasi informative" nei centri commerciali di grande affluenza. In ciascuna "oasi" è presente personale medico proveniente dalle singole Asl, affiancato da hostess opportunamente istruite. I cittadini avranno così modo di richiedere e ottenere delucidazioni immediate sulle vaccinazioni. E anche qui c’è la grande novità del medico che esce dal proprio ambulatorio e va incontro alla popolazione per informarla e permetterle di scegliere il vaccino come strumento di prevenzione e beneficio personale. Sarà infine realizzata la "Giornata delle vaccinazioni", una giornata riassuntiva dell’intero progetto che si svolgerà al termine dell’ultima campagna. Nel corso di tale iniziativa, verranno collocati appositi gazebo nelle piazze principali dei capoluoghi abruzzesi. Anche qui con la disponibilità di medici specialisti pronti a rispondere alle domande di tutti i cittadini.

Leave a Comment