Brucchi promosso dal 64% dei teramani. Teatro a picco, priorità alle scuole sicure

TERAMO – Ai teramani poco importa del nuovo Teatro, le priorità indicate dai cittadini si concentrano sulla costruzione del polo scolastico e sulle manutenzioni e l’operato del sindaco Brucchi viene valutato positivamente dal 64% degli intervistati. E’ quanto emerge da un sondaggio commissionato dal coordinatore provinciale del Pdl Paolo Tancredi, prima della scissione registrata in ambito nazionale, per valutare la percezione dell’opera della Giunta uscente alla vigilia delle elezioni amministrative per calibrare la proposta politica. Le interviste sono state condotte su un campione di 1000 teramani consultati dall’istituto Digis tra il 9 e l’11 novembre e sollecitati a esprimere un giudizio sia sui progetti realizzati, che sulle priorità da definire, ma anche sull’operato politico della Giunta. Questi alcuni quesiti sottoposti:

Se fosse sindaco di Teramo nei prossimi mesi a quale dei seguenti temi o progetti darebbe la priorità?

–       Costruzione Polo scolastico 20,5%
–       Manutenzione infrastrutture cittadine 17,9%
–       Progetti sociali e welfare 17,7%
–       Interventi viabilità 16,4%
–       Impianto gestione integrata dei rifiuti 8,3%
–       Sicurezza urbana 7,5%
–       Costruzione Teatro Comunale 6,1%
–       Recupero Castello della Monica 2,4%
–       Altro 3,2%

Qual è l’intervento più importante realizzato dalla Giunta Brucchi per la qualità della vita cittadina?

– Il 38,77% ha indicato il Lotto Zero
– Il 20,4% ha indicato il Recupero del Teatro Romano
– Il 17,3% ha indicato la Nuova Farmacia Comunale
– Il 16,8 % ha indicato la realizzazione del parcheggio di Piazza Dante
– Il 6,8% ha indicato i progetti Ipogeo e Arca

Estremamente positivo il giudizio sull’operato della Team: per l’81% dei cittadini il servizio si colloca su giudizi che vanno dalla sufficienza all’eccellenza. Significative, per il sindaco Brucchi, le priorità indicate: “In tempi di crisi dove le famiglie hanno a che fare con il problema di arrivare a fine mese è evidente che un ‘opera come il nuovo Teatro non susciti alcun interesse. A contrario ci fa piacere aver colto la necessità della costruzione del Polo scolastico ritenuta un’opera importante forse anche per via dell’emotività di quanto accaduto con l’esplosione dell’asilo di Piano d’Accio”. Rilevante infine il giudizio attribuito all’operato della Giunta anche in relazione alla collocazione politica degli intervistati. L’operato del sindaco viene ritenuto positivo dal 64% dei cittadini  nel precedente sondaggio si attestava al 57% come nei voti ottenuti) e negativo dal 36%, e la percentuale dei cittadini che riconfermerebbe Brucchi è del 61,1%. Preferenze significative che certo potrebbero subre variazioni anche in base alla proposta degli altri schieramenti.
Questa è tuttavia la collocazione politica degli intervistati:

–       Sinistra/Centro-sinistra 27,1%
–       Centro 7,2%
–       Destra/Centro-destra 33,1%
–       Movimento 5 Stelle 23,4%
–       Non collocati 9,2%

"Dopo cinque anni di amministrazione e difficoltà gigantesche per i Comuni sono risultati lusinghieri – ha commentato l’onorevole Paolo Tancredi -. Difficoltà a cui va reso anche il merito al sindaco Brucchi di aver saputo tenere unita una maggioranza di 27 persone. Una cosa non da poco se osserviamo quanto successo a Pineto e Giulianova dove ad esempio il sindaco mastromauro è sorretto da due assessori di centro-destra". Soddisfatto anche il sindaco brucchi che così ha commentato: "Sono risultati che mi soddisfano, ma non mi appagano, per me rappresentato solo uno stimolo a fare meglio. Fa piacere certamente capire che la direzione che ci siamo dati, quella della massima attenzione alle scuole e al sociale, è stata confermata daile priorità dei cittadini insieme alle manutenzioni che speriamo di poter effetuare nel piano della prossima primavera".

Leave a Comment