Istat: 11mila nati in Abruzzo nel 2012, aumentano gli stranieri

TERAMO – Sono 11.188 le persone nate in Abruzzo nello scorso anno, con un calo di oltre il 5% tra il 2008 e il 2012: è significativo il dato sugli stranieri, tanto da essere una delle regioni del Sud a far registrare la crescita più consistente di bimbi nati da entrambi i genitori non italiani, mentre aumenta anche il numero di genitori non coniugati. L’età media delle madri è di 31,7 anni e ogni donna ha in media 1,34 figli. I nomi più frequenti sono Francesco e Sofia. È quanto emerge da un focus Istat sulla natalità nel 2012. La maggior parte delle madri (3.868 casi) ha un’età compresa tra 30 e 34 anni; seguono quelle tra 35 e 39 anni (2.921), quelle tra 25 e 29 anni (2.432). Trentuno le madri minorenni e 61 quelle con più di 45 anni. Più in generale, il 10,2% delle madri (7,3% nel caso delle sole italiane) ha meno di 25 anni e il 7,4% (8,2% italiane) ha più di 40 anni. Il 16% dei nati ha almeno un genitore straniero (4,9% nel 1999) e nel 10,8% dei casi ha entrambi i genitori stranieri (2,4 nel 1999). Aumentano i nati da genitori non coniugati, che passano dal 4,1% del 1995 al 22,6% dello scorso anno (21,2% nel caso di genitori italiani). Il numero medio di figli per donna è di 1,34 (1,19 nel 1995), di cui 1,25 per le italiane e 2,29 per le straniere. L’età media delle madri è di 31,7 anni (30 nel 1995): 32,4 anni per le italiane e 27,9 per le straniere. L’età media degli uomini è di 35,3 anni. Il nome maschile più frequente è Francesco (213 casi, 4,03%), mentre quello femminile più frequente, come accade in altre 13 regioni, è Sofia (188 casi, 3,83%).

Leave a Comment