Scuola di Piano D'Accio, dopo i sopralluoghi si attende la perizia tecnica

TERAMO – Scuola di Piano D’Accio: dopo i sopralluoghi effettuati dai tecnici dell’assicurazione, il Comune ha deciso di affidare ad un ingegnere l’incarico della valutazione dei danni strutturali: sono previste anche verifiche sismiche nel plesso che è stato sventrato da un’esplosione. «Entro quindici giorni – afferma l’assessore ai Lavori pubblici Giorgio Di Giovangiacomo – avremo la perizia tecnica e il preventivo per il lavori da realizzare, tra gennaio e febbraio il nome della ditta che eseguirà i lavori, e entro la primavera, entro maggio i lavori dovrebbero essere conclusi, in modo da permettere ai bambini trasferiti alla Noè Lucidi di tornare nella loro scuola al rientro dalle vacanze estive». Intanto il sindaco Maurizio Brucchi si sta occupando di trovare un’altra sistemazione per il Centro servizi per il Volontariato, che occupa il piano superiore dell’edificio di Piano D’Accio, che verrà spostato entro settembre. «Non abbiamo abbandonato l’idea di creare un Polo scolastico che raggruppi i plessi della zona – conclude Di Giovangiacomo -. L’area intorno alla scuola è di proprietà comunale e in futuro potremo pensare ad un accorpamento dei plessi di Nepezzano, Piano D’Accio e altre frazioni vicine».

Leave a Comment