Danni maltempo, la Cna ai sindaci: sospendere le tasse locali

TERAMO –  Sospendere temporaneamente il pagamento delle tasse a carico delle imprese nei centri colpiti dai danni dell’alluvione: è questa la richiesta della Cna Abruzzo alle amministrazioni comunali. «Nel momento in cui è in corso la conta dei danni provocati dall’alluvione e dall’esondazione dei diversi corsi d’acqua presenti sul territorio delle nostre province più danneggiate, cioè Chieti, Pescara e Teramo, con centinaia di titolari di piccoli esercizi commerciali e artigianali duramente colpiti, e per di più costretti a intervenire spesso con le sole proprie forze per salvare le rispettive attività, aggiungere un accanimento fiscale apparirebbe del tutto fuor di luogo», afferma il presidente regionale della Cna Italo Lupo. Da qui l’appello «ai primi cittadini delle nostre città e paesi, affinché manifestino buon senso in queste ore drammatiche». La Cna, infine, invita gli artigiani e i commercianti abruzzesi a rivolgersi ai rispettivi comuni, documentando i danni patiti dalle proprie attività, in modo da sostenere la richiesta di dichiarazione dello stato di calamità naturale avanzata dalla Regione al Governo.

 

 

Leave a Comment