Senza stipendio da 10 mesi, la protesta dei lavoratori dell'Ad Manifatture

TERAMO – Lavoratori senza cassa integrazione da dieci mesi, intere famiglie con le spalle al muro a fronteggiare le spesa per le bollette e la scuola dei figli. E’ la situazione, denunciata dalla Cgil, in cui versano circa 80 lavoratori della ditta "A.D. Manifatture" di Corropoli che venerdì organiizano un presidio di protesta davanti alla Prefettura di Teramo per chiere risposte "a chi rappresenta lo Stato". I lavoratori sono senza indennità di Cassa integrazione a causa delle lungaggini del Ministero del Lavoro nella sottoscrizione del decreto di assegnazione dell’ammortizzatore sociale, L’azienda vibratiana occupava circa 80 persone. Purtroppo a seguito delle vicende societarie della Sixty, che era il principale committente, sono finite le commesse ed è iniziata una crisi finanziaria conclusa con un concordato preventivo. L’esubero è stato gestito con la cassa integrazione sottoscritto con un verbale di accordo al Ministero ma da 10 mesi i lavoratori nonhanno percepito alcun salario a causa del mancato decreto di approvazioe. "Al danno della perdita del lavoro – si legge in una nota della Filctem Cgil – si aggiunge la beffa di una burocrazia lenta che ignora i problemi auotidiani delle famiglia. Il problema investe soprattutto lavoratrici tra i 30 e i 50 anni. "E’ civile che un Paese lasci tanto a lungo i suoi cittadini senza risposta e senza il minimo per vivere? – domanda la Cgil -. Queste domande i lavoratori le rivolgerann direttamente al prefetto nel presidio organizzato per venerdì".

Leave a Comment