Team, 'silurato' Troiano al suo posto adesso c'è Ranalli

TERAMO – Cambio alla direzione strategica della Teramo Ambiente. Dopo le polemiche e i botta e risposta delle scorse settimane tra amministratore (espressione della parte privata, oggi rappresentata dalla custodia giudiziale) e presidente (espressione della parte pubblica, ovvero il Comune di Teramo), l’Ad Paolo Troiano è stato in pratica "silurato". Al suo posto il curatore giudiziale Andrea Bonifacio ha nominato quale nuovo amministratoe delegato l’avvocato Luca Ranalli. Un colpo di scena, annunciato con un brevissimo comunicato in cui si annuncia che il socio privato «ringrazia il dottor Troiano per le attività professionali profuse per la Team» e «l’avvicendamento al fine di gestire con serenità, dopo l’ottimizzazione e razionalizzazione di alcune aree strategiche che hanno valorizzato la Team, una ulteriore passo che consenta al socio privato di raggiungere gli obiettivi prefissati di concerto con il socio pubblico». (Ranalli e Troiano sono approdati nel Cda di Teramo Ambiente insieme, nel settembre dello scorso anno, in sostituzione dei consiglieri dimissionari Antonio Scarabosio e Gabriele Andreola) Che qualcosa si stesse per muovere nel’ambito della "governance" deella parte privata lo si era intuito all’esito dell’assemblea dei soci di una settimana fa, quando era stato trovato l’unanime accordo per la valutazione dell’azienda e del patrimonio della municipalizzata ma il punto del’ordine del giorno riguardante l’aspetto ‘politico’ di direzione strategica era stato rinviato a oggi. Oggi la decisione è arrivata: via Troiano, di recente entrato in rotta anche con i sindacati, e Ranalli al suo posto. In ambienti comunali e di Team si assicura che nulla cambia sulla strada del bando per l’individuazione del nuovo socio privato in sostituzione di Enertech e miglioramento dei livelli qualitativi dei servizi.   

Leave a Comment