Turismo: in Abruzzo 4500 operatori in rete per rilanciare il comparto

TERAMO – Tredici Destination management company (Dmc), una Product management company (Pmc), 4500 operatori coinvolti e 3824 soci diretti: sono i numeri del futuro del turismo abruzzese che questa mattina sono stati presentati a Pescara dal presidente della Regione, Gianni Chiodi, e dall’assessore al Turismo, Mauro Di Dalmazio. L’appuntamento di oggi apre una nuova stagione del turismo abruzzese, fatto di aggregazioni, reti d’impresa e coinvolgimento di tutti i territori regionali: in una parola "SistemAbruzzo", un sistema in grado di elevare il turismo a fattore produttivo essenziale nella scala di Pil regionale. "SistemAbruzzo" – ha sottolineato l’assessore Mauro Di Dalmazio – segna dunque la fine dell’era dei finanziamenti a pioggia senza progetti e apre le porte ad una stagione del turismo regionale fatto di obiettivi e progetti comuni dei singoli territori, di nuove visioni sistematiche e trasversali, che aggreghino, sviluppino, promuovano e commercializzino uniformemente le diverse destinazioni esistenti nel territorio. Per entrare nel mercato della globalizzazione turistica – ha aggiunto Di Dalmazio – questa era l’unica strada percorribile e i territori, gli operatori di settore e le imprese hanno fatto un lavoro straordinario se e’ vero che l’Abruzzo e’ l’unica regione in Italia ad aver aggregato tra Dmc e Pmc oltre 4000 aziende. E’ la risposta che ci aspettavamo dopo due anni di duro lavoro sul territorio, ma soprattutto e’ la conferma di un salto culturale nella promozione del turismo e del territorio che ci permettera’ di essere competitivi".

Leave a Comment