Montorio, ripristinato il servizio notturno del 118

TERAMO – Riparte, dal primo gennaio, il servizio notturno di emergenza sanitaria del 118 a Montorio, dalle 20 alle 8 di tutti i giorni.  Questo sarà possibile grazie al contributo economico di 25.200 euro che sarà elargito da gennaio, come ricorda il consigliere comunale Andrea Guizzetti, da n’importante azienda aquilana che vuole restare anonima. «Per gli abitanti di Montorio e di tutto l’entroterra dell’Alto Vomano, territorio ormai svuotato di servizi e dimenticato dalla politica, è una buona notizia ed un forte segnale di speranza, per un servizio essenziale e di notevole importanza per la sicurezza dei cittadini. Mi preme ringraziare l’azienda che in un periodo di cosi forte crisi economica, decide di aiutare un territorio fortemente disagiato, prendendosi cura dei bisogni e della sicurezza dei suoi cittadini, dimostrando una forte sensibilità verso le persone bisognose ed in difficoltà. Abbiamo creduto sin dall’inizio a questo progetto e tutto ciò è stato possibile anche grazie all’impegno e all’interazione con l’ex consigliere comunale Franco Marchegiani, con il presidente generale della Croce Bianca Stefano Di Stefano e con il presidente della sede locale Peppino Di Saverio», afferma Guizzetti, che auspica anche che la generosità del privato possa essere da monito per le realtà pubbliche come Regione e Asl. «Una risposta in termini di concretezza – afferma Guizzetti – la stiamo aspettando anche dalla maggioranza amministrativa del Comune di Montorio, che ancora non ha ottemperato al contributo di 15.000 euro per l’anno 2013 nei confronti della Croce Bianca, contributo che veniva previsto ogni anno quando ero delegato, per l’impegno preso nei confronti dei cittadini nel mantenere il servizio, di cui quest’anno non si è vista traccia e necessario per la sopravvivenza dell’associazione che svolge un servizio essenziale per la collettività montoriese. In merito sono molto preoccupato dell’atteggiamento del gruppo di maggioranza di Montorio, soprattutto dopo che è stato capace addirittura di cancellare per il 2013 uno dei progetti cardine per aiutare le famiglie bisognose, il Fondo Sociale Anticrisi». Guizzetti lancia anche un appello al nuovo manager della Asl Paolo Rolleri, chiedendo di ripristinare d’ufficio questo servizio già dai primi mesi del 2014, riportando l’operatività ad h 24 per il servizio di 118.

 

 

Leave a Comment