In casa avevano mezzo chilo di cocaina e tanti soldi

TERAMO – Mezzo chilo di cocaina e circa 35mila euro in contanti sono quanto rinvenuto dagli agenti della squadra mobile in due appartamenti di Tortoreto Lido, dove vivono una romena e un albanese. Su di loro – la prima arrestata, il secondo in stato di fermo di polizia – si era concentrata l’attenzione delle indagini del team antidroga diretto dal vicequestore Gennaro Capasso che non aveva messo di seguire le mosse di Arian Ndreka, 30enne albanese che nello scorso mese di settembre era stato bloccato sul lungomare Sirena mentre cercava di far sparire, con la complicità della moglie incinta, 50mila euro in contanti, dopo essere stato sorpreso a cedere una dose di stupefacente a un giovane del posto. Ndreka stavolta deve rispondere dei contatti con la romena e del possesso di quella e della nuova somma di denaro rinvenuta nelle perquisizioni: dietro un armadio stanotte sono stati trovati 20mila dei 35mila euro e una dose di cocaina. La squadra mobile ritiene che la dona romena, Daniela Mihai, 35 anni, sia un ‘cavallo’ dell’albanese con compiti di detenzione e poi di smercio della droga. I cinque panetti da un etto, il materiale per il taglio e 15 mila euro erano infatti nella sua abitazione tortoretana dove stanotte gli agenti teramani hano fatto irruzione. Dalle somme di denaro rinvenute e dal quantitativo di cocaina sequestrato, la polizia ritiene che il mercato cui i due garantivano il rifornimento fosse ampio e consistente. I due stranieri sono stati rinchiusi nel carcere di Teramo, in attesa delle convalide.

Leave a Comment