Energy manager, gli ingegneri chiedono l'accesso agli atti

TERAMO – Energy manager del Comune: l’Ordine degli Ingegneri della Provincia presenta una richiesta di accesso agli atti in Comune. Al consulente esterno, sottolinea il presidente dell’Ordine Alfonso Marcozzi, è stato affidato l’incarico in maniera diretta, ossia sena ricorrere ad una gara pubblica. L’Ordine contesta il fatto che l’ Energy manager scelto dal Comune non ha una laurea in Ingegneria, cosa invece richiesta da altri Comuni, come quello di Chieti che ha emanato un apposito bando. «Secondo le indicazioni di legge – scrive l’Ordine nella richiesta di accesso agli atti – le funzioni che l’Energy manager deve svolgere sono sintetizzate nell’individuazione delle azioni, degli interventi e delle procedure necessarie per promuovere l’uso razionale dell’energia, e nella predisposizione dei bilanci energetici, in funzione anche dei parametri economici e degli usi finali». L’Ordine evidenzia inoltre che nel settore pubblico è richiesto al responsabile nominato di validare le relazioni sul rispetto dei requisiti energetici per i nuovi edifici e di agire come controparte dell’Ente per monitorare il rispetto dei parametri contrattuali nella gestione dei contratti relativi all’energia.  In sostanza l’Ordine ritiene dunque che la figura individuata dal Comune non coincide con quella che la legge impone.

Leave a Comment