Aspiranti cacciatori, al via un corso di formazione

TERAMO – Parte a Teramo il 6 marzo il corso di formazione per aspiranti cacciatori di selezione di cinghiale, capriolo, daino, muflone e cervo, organizzato dalle sezioni provinciali di Teramo delle associazioni ArciCaccia, EnalCaccia e dell’Unione regionale cacciatori dell’appennino (URCA). Il corso per cacciatori di selezione si inserisce nel quadro di pianificazione faunistico-venatoria che la Regione Abruzzo ha recentemente intrapreso attraverso la redazione del Regolamento Regionale per la gestione degli ungulati selvatici. Le lezioni saranno tenute da zoologi e biologi con pluriennale esperienza in corsi di formazione sulla gestione degli ungulati, incaricati dalla Regione Abruzzo, in qualità di esperti riconosciuti a livello nazionale, per la definizione delle linee guida del Piano Faunistico Venatorio Regionale per le specie capriolo, cervo e cinghiale. Il corso in oggetto, il primo con programma didattico approvato dall’ISPRA (ex Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica) nella provincia di Teramo, si articolerà in cinque moduli della durata complessiva di settantadue ore, durante le quali verranno fornite ai corsisti nozioni fondamentali sulla biologia, l’ecologia, l’etologia, i censimenti, la gestione venatoria, la prevenzione dei danni e le tecniche venatorie delle specie di ungulati. Il superamento degli esami finali permetterà di conseguire l’abilitazione alla figura tecnica di “cacciatore di selezione”, riconosciuta a livello nazionale grazie all’approvazione dell’ISPRA. Le associazioni organizzatrici, patrocinate dalla Provincia di Teramo, auspicano una nutrita partecipazione dei cacciatori, nella consapevolezza che i corsisti abilitati potranno ritagliarsi, nei prossimi mesi, il ruolo di principali protagonisti sia nella gestione di specie di notevole importanza sociale e ambientale, come il capriolo e il cervo, sia nella loro fruizione venatoria sostenibile. E’ possibile acquisire ulteriori informazioni consultando il sito della provincia di Teramo.

Leave a Comment