Piano strade, il Pd: «Dagli asfalti clientelari siamo passati a quelli elettorali»

TERAMO – “Ben vengano le elezioni per chiudere dieci anni di promesse, annunci, fallimenti e smentite e perchè finalmente quelle che erano ormai delle mulattiere tornino ad essere le strade cittadine di una normale città”. E’ l’ironia con cui il Pd teramano accoglie il via libera, da parte della Giunta comunale, del piano di asfalti che interessa alcune strade comunali.“La Giunta Brucchi – si legge in una nota diffusa dal partito – si accorge solo a pochi mesi dalle elezioni che le strade di Teramo sono una groviera e approva quelli che già negli anni 80 venivano chiamati “asfalti elettorali” che in questo caso si aggiungono agli “asfalti clientelari”. Questa giunta fa quasi tenerezza, dopo essersi accorti del malessere dei propri elettori, adesso cercano di riparare l’irreparabile: non a caso Brucchi è stato riconosciuto il secondo peggior sindaco d’Italia, come riferisce l’autorevolissimo Sole 24 Ore. Il suo tempo è scaduto sindaco Brucchi e nessun asfalto elettorale riuscirà a coprire le voragini del fallimento politico amministrativo di questi dieci anni nella gestione della nostra città. A proposito – conclude il comunicato- ma per gli asfalti delle zone periferiche dobbiamo aspettare il 2019?”

Leave a Comment