Le componenti della Cpo in visita a ostetricia del Mazzini

TERAMO – Una presenza significativa nel luogo simbolo della maternità: il reparto di ostetricia dell’Ospedale Mazzini di Teramo. E’ la visita che faranno le componenti della commissione provinciale per le pari opportunità e la Consigliera di  parità, Anna Pompili, sabato nella giornata internazionale della donna. «Usciamo dalle stanze istituzionali per incontrare le donne nei luoghi dove si scandiscono le fasi più importanti della loro vita – sottolinea Desireè Del Giovine, la presidente della Commissione -: una visita simbolica per sottolineare la forza e il ruolo delle donne quali generatrici di vita. Sarà l’occasione per un dialogo affettuoso e solidale, un abbraccio virtuale a tutte le donne che diventano mamme». Per la ricorrenza "non c’è niente da festeggiare" secondo la Consigliera di Parita’ Anna Pompili in un Paese dove le donne guadagnano il 20% in meno degli uomini a parità di competenze e orario di lavoro, dove il tasso di occupazione femminile è ancora sotto il 50%, dove sono le donne ad avere il primato del lavoro atipico. Non c’è niente da festeggiare in un Paese che è al 71° posto della classifica mondiale per parità tra i generi. "Non c’è niente da festeggiare", anche secondo la vicepresidente Cpo Lucia Verticell,i in un Paese in cui le donne vengono ancora uccise perché vogliono essere libere e autonome. Non c’è niente da festeggiare in un Paese dove uno stupro di gruppo è considerato una bravata, e i colpevoli vengono messi alla prova, e dopo pochi mesi il reato è estinto.

Leave a Comment