Le donne "simbolo", ecco chi sono secondo gli studenti teramani

TERAMO – Hanno vinto gli studenti, hanno vinto le donne e la toponomastica teramana si fa più sensibile verso il gentil sesso nel giorno della ricorrenza dell’8 marzo. Il sindaco Maurizio Brucchi, presente ieri alla manifestazione finale del concorso promosso dal "Comitato se non ora quando?" ha preso impegni precisi con la portavoce Monia Pecorale per istituire una commissione qualificata in Comune per una revisione "ragionata" dell’impianto toponomastico cittadino. Il concorso, durante il quale gli studenti delle scuole superiori teramane si sono cimentati a fare proposte su alcune donne "simbolo" della memoria collettiva a cui dedicare alcune intitolazioni, hanno dato prova di grande sensibilità. Prima a classificarsi è stata la 5°A dell’istituto “Di Poppa-Rozzi” con la proposta di intitolazione di una via a Goliardia Sapienza, scrittrice italiana impegnata nell’emancipazione di genere. Seconda classificata è stata la 4°C del Liceo linguistico “Milli” che ha suggerito Franca Viola, un simbolo di crescita dopo aver rifiutato un matrimonio “riparatore” nota per la lotta alla mafia. Terza classicata è stata la 2°A del liceo scientifico “Einstein” che ha proposto due figure: la poetessa francese Cristina da Pizzano e l’attivista statunitense impegnata a favore dei diritti degli afro-americani Rosa Parks. Queste le altre classi partecipanti: 1°L e 1°H del Liceo classico europeo “M. Defico”, 1°A del Liceo scientifico statale “A.Einstein”, 4°A del Liceo artistico “G.Montauti”, 5°A del Liceo socio-psico- pedagocico “G.Milli”, 4°B del Liceo linguistico “G.Milli” e 3°A dell’istituto tecnico commerciale “B.Pascal”. L’impegno del sindaco, che ha messo a disposizione la Pinacoteca Civica, il Parco della Scienza e la Sala espositiva di via Nicola Palma per l’intitolazione da dedicare alle tre donne individuate dal concorso, è stato quello di riservare una via anche a una donna che ha portato avanti l’impegno per le battaglie di genere e che per prima ha istituito la Commissione Pari Opportunità al Comune di Teramo: l’ex assessore Maria Assunta Magliani in Formisani. Tutti i video e i lavori multimediali prodotti dalle classi saranno proiettati integralmente in occasione della cerimonia di intitolazione della Sala polifunzionale della Provincia promessa dal presidete valter Catarra. Oggi intanto la brillante rappresentazione teatrale allestita ieri dagli studenti del Milli davanti ai "colleghi" delle scuole partecipanti e intitolata “In piedi signori davanti a una donna” verrà riproposta alle 18 nel Palazzo Saliceti di Ripattoni.

Leave a Comment