Gambe giovani a sostegno della candidatura di D'Alonzo all'Emiciclo

TERAMO – Con l’obiettivo di portare le istanze del mondo giovanile tra i temi dell’agenda politica, nasce l’associazione "Gente in Regione" promossa da un gruppo di ragazzi tra i 18 e 1 35 anni che hanno deciso di appoggiare la candidatura del sindaco di Crognaleto Giuseppe D’Alonzo schierato alle regionali nella lista del candidato presidente Luciano D’Alfonso. Nel sindaco dell’entroterra montano un gruppo di giovani, coordinati da Fabio Petrella conosciuto negli ambienti della movida cittadina come "Bàrnabo", hanno trovato un interlocutore deciso a portare alcuni temi a cuore tra le priorità dell’emiciclo, in primis il dramma del lavoro. «Noi giovani abruzzesi non vogliamo essere costretti ad abbandonare la nostra terra – spiegano i ragazzi in conferenza stampa – vorremmo poter scegliere  se restare o andare e pensare di essere noi stessi a suggerire soluzioni possibili alla politica". Un appello raccolto con entusiasmo dal candidato al Consiglio regionale Giuseppe D’Alonzo che si spoglia dalla connotazione di "sindaco della montagna" con cui viene definito per appropriarsi di una simbologia più ampia. «Certamente i temi dell’entroterra devono tornare a essere al centro delle priorità della poltica, come quello gravissimo dello spopolamento – spiega D’Alonzo -. Il mio compito sarà quello di stimolare l’attenzione e creare le condizioni per tamponare questo impoverimento a partire da un filo conduttore ideale che dalla costa, attraversando il capoluogo, conduca verso la montagna. La montagna è parte della città e viceversa, questo dialogo può essere ripristinato con progetti di sviluppo turistico integrati e creando le condizioni di rilancio dell’economia che veda protagonisti i giovani, partner imprescindibili del nuovo Abruzzo»

Leave a Comment