A Teramo tre nuove farmacie entro l'anno. Nasceranno a Colleparco, Villa Vomano e San Nicolò

TERAMO – Inaugurata la farmacia comunale, entro la fine dell’anno a Teramo nasceranno ulteriori tre farmacie arrivand così a 17 esercizi complessivi: una a San Nicolò, una a Colleparco e l’ultima a Villa Vomano. Gli ambiti individuati sono stati deliberati dalla Giunta comunale al termine di una serie di confronti avviati con l’Ordine dei farmacisti e il servizio farmaceutico territoriale della Asl di Teramo. "Il Comune – spiega il sindaco Maurizio Brucchi – è stato chiamato a dare la sua indicazione in adesione al bando di concorso pubblico regionale per titoli per l’assegnazione di nuove 85 sedi farmaceutiche in tutto l’Abruzzo". In questi giorni si è costituita in Regione la commissione chiamata a esaminare il migliaio di domande pervenute, pertanto nel giro di un paio di mesi è previsto il via libera alle nuove autorizzazioni. L’individuazione delle zone dove collocare le nuove sedi farmaceutiche di nuova istituzione è stata effettuata tenendo conto dello sviluppo urbanistico ed è finalizzata a riequilibrare la situazione dell’ assistenza farmaceutica alla popolazione del Comune, posto che la legge prevede che ci sia una farmacia ogni 3300 abitanti.  Secondo il censimento Istat 2010 a Teramo ci sono 54.964  abitanti, un dato che consente l’autorizzazione di 16 farmacie. La diciassettesima scatta per la popolazione in eccedenza, nel caso di Teramo 2.164 unità, poiché è maggiore del 50% di quel parametro di 3300 di media consentito per legge. La sede individuata per San Nicolò dovrebbe nascere in direzione Bellante e servire i cittadini di Sant’Atto, Saccoccia, Villa Turri, Chireto e Villa Ferretti, Per Colleparco l’area di influenza comprende anche parte di Villa Mosca e le frazioni di Scapriano, Castagno, Cannelli e Villa Viola. Per quel che riguarda invece Villa Vomano, l’area servita è quella che comprende le frazioni di Miano, Cerreto, Forcella e Caprifico.

 

 

Leave a Comment