Droga: sgominata gang italo-albanese fra Marche e Abruzzo

TERAMO – Sgominata un’organizzazione criminale dedita al narcotraffico tra Ascolano e Teramano composta da 14 persone. Oltre 100 militari del comando provinciale della Guardia di finanza di Ascoli Piceno, con l’impiego di unita’ cinofile stanno eseguendo nelle province di Ascoli Piceno e Teramo diversi fermi di polizia giudiziaria e decine di perquisizioni nell’ambito di un’indagine delegata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Ancona. L’operazione, denominata "Hellas Land", condotta dai militari del nucleo di polizia tributaria di Ascoli Piceno, ha consentito di sradicare un sodalizio composto da albanesi, italiani e rom dedito all’importazione di ingenti quantitativi di hashish e marijuana dall’Albania e di cocaina dall’Olanda attivo sia lungo la zona costiera che nell’entroterra delle province di Ascoli Piceno e Teramo. Sono stati arrestati in flagranza di reato, anche altri due soggetti albanesi; inoltre e’ stata sequestrata un’ulteriore quantita’ di cocaina e marijuana e sono state sequestrate somme di denaro pari a circa 100 mila euro, oltre a 3 autovetture. La polizia tributaria di Ascoli Piceno, in collaborazione con la Direzione Centrale per i servizi Antidroga e i colleghi del Scico ha potuto individuare due paralleli canali di approvvigionamento di droga, riconducibili a due componenti associative. Per i referenti principali dell’organizzazione residenti in Italia, che stavano pianificando la fuga, si e’ reso inoltre necessario attuare immediatamente i provvedimenti di fermo nei confronti di 14 soggetti emessi dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Ancona, competente sul reato di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti o psicotrope che prevede la pena detentiva non inferiore a 20 anni. L’operazione prende il nome dai primi significativi elementi investigativi acquisiti anche direttamente in territorio ellenico, all’indomani del sequestro di 43 chili di hashish avvenuto nel dicembre del 2012 dalla polizia ellenica nel porto greco di Igoumenitsa a carico di due cittadini italiani, successivamente arrestati, domiciliati a Grottammare , sorpresi a trasportare su di un camper a noleggio il carico di droga, occultato all’interno del veicolo. Lo stesso camper, una volta dissequestrato dalle autorita’ elleniche, era stato nuovamente controllato al rientro in Italia a marzo 2013 al momento dello sbarco presso il porto di Ancona dalle fiamme gialle. A bordo, era stato trovato un ulteriore quantitativo di 96 chili di hashish. A novembre, nell’ambito della stessa indagine, era stato inferto, da parte degli stessi militari della finanza di Ascoli Piceno, un duro colpo alla gang con l’arresto a Teramo di un ventunenne albanese trovato in possesso di piu’ di 3 chili di marijuana. A marzo, furono fermati a Civitella del Tronto (Teramo) a bordo di un’Audi A8 con targa inglese, tre albanesi nella cui auto erano stati trovati piu’ di due chili di cocaina pura e 43mila euro in contanti, provento di altre cessioni appena avvenute.

Leave a Comment