Bike sharing, 76 comuni abruzzesi aderiscono al progetto della Regione

TERAMO – Sono 76 i Comuni abruzzesi che hanno manifestato il proprio interesse a partecipare a "ViaVai", il progetto promosso dall’assessorato al Turismo che intende realizzare un sistema integrato di Bike Sharing in Abruzzo. Soggetto attuatore è la Sangritana SpA che dovrà provvedere a bandire la gara per la gestione delle stazioni. Ne sono previste indicativamente 175. L’investimento complessivo, pari a 4 milioni 850 mila euro, è rivolto ad una popolazione interessata di circa 931 mila abitanti. I Comuni, che hanno aderito al progetto singolarmente o in forma associata, rappresentano tutte le aree della regione, con una presenza significativa di quelli che hanno già aderito al progetto "Bike to coast", che garantirà all’Abruzzo la realizzazione di un’unica pista ciclabile da Martinsicuro a San Salvo. Questa mattina, l’assessore al Turismo, Mauro Di Dalmazio, ha presieduto un incontro pubblico con le amministrazioni comunali nel corso del quale sono stati comunicati i progetti ammessi partecipare e sono state anche definite con i soggetti proponenti le modalità operative per l’attuazione degli interventi e per la redazione del piano esecutivo. Adesso, dopo l’adesione dei Comuni, si passa ala fase esecutiva. "Rispetto a questo straordinario progetto – ha affermato Di Dalmazio – c’è stata grande partecipazione da parte delle amministrazioni comunali che, rispondendo in forma singola o associata, hanno colto appieno la logica del bando presentando proposte progettuali e dimostrando di aver raccolto l’invito alla collaborazione e compartecipazione per attuare un progetto singolare ed esclusivo, che mira a realizzare un progetto di bike sharing unitario in tutta la regione. Un ambizioso progetto – ha proseguito – che costituisce solo una parte della strategia unitaria volta a caratterizzare la nostra regione su cicloturismo e mobilità sostenibile. Un percorso già avviato con il progetto "Bike to Coast", che prosegue ora con "Via Vai". D’altra parte, è quanto mai evidente che il trasporto sostenibile e alternativo, la mobilità intelligente, la commissione alla rete wi-fi, la presenza di piste ciclabili e bike sharing sono tutte qualità che caratterizzano una regione "smart", obiettivo verso il quale anche l’Abruzzo sta muovendo i primi passi". Questo, infine, l’elenco dei Comuni ammessi: Ortona, L’Aquila, l’associazione dei Comuni del Parco nazionale della Maiella, Sulmona, l’associazione dei Comuni ricadenti all’interno del Parco regionale Sirente-Velino, Pescara, Penne e Comuni associati, Teramo, i Comuni del comprensorio Sangro-Aventino, San Salvo e Comuni associati, Chieti, Montesilvano, Francavilla al Mare, l’associazione dei Comuni della Val Vibrata, l’associazione dei Comuni del Vomano, Miglianico e Comuni asociati, Martinsicuro e Comuni associati

Leave a Comment