Via D'Annunzio, nasce il fronte del no alla pedonalizzazione

TERAMO – L’ipotesi limitazione al traffico o addirittura la pedonalizzazione dell tratto di via D’Annunzio tra via Carducci e via Veneto, non piace a un nutrito gruppo di commercianti e residenti. Che fanno sentire la loro voce, criticando la scelta del comune di non averli consultati e di aver valutato una soluzione che penalizzerebbe  soltanto la vita della zona del centro storico e soprattutto l’economia delle attività commerciali interessate. «Con la presente – si legge nella lettera inviata al sindaco di Teramo da una trentina tra commercianti e residenti – si comunica la non adesione al progetto di chiusura al traffico di via D’Annunzio da parte di un nutrito numero di titolari di attività commerciali ubicate nella via e nei dintorni. Siamo consapevoli che un’iniziativa di questo genere possa solo ed esclusivamente arrecare perdite economiche in particolar modo in un periodo già così pesantemente danneggiato dalla crisi economica». Gli stessi sostengono di aver ricevuto una lettera in cui si annunciava l’ipotesi, ma di non essere poi stati convocati ad alcuna riunione con l’amministrazione.Interpellato sulla questione il sindaco ha dichiarato di non avere preclusioni di sorta.«Ho convocato un’assemblea alla quale erano invitati tutti – ha dichiarato il primo cittadino – stiamo predisponendo il progetto della Ztl che verrà rimesso entro qualche giorno, come ci era stato sollecitato dai presenti. Sulla proposta gli interessati si riuniranno e faranno le loro valutazioni. Noi ascoltiamo tutti e siamo disposti a recepire la soluzione che la maggioranza riterrà più opportuna».

Leave a Comment