Un concerto di beneficenza in piazza Martiri per sostenere "La Fenice"

TERAMO – Un concerto di beneficenza in piazza Martiri della Libertà contro la violenza sulle donne. L’iniziativa, presentata questa mattna nella sala San carlo dall’assessore agli eventi Guido Campana, è destinata a raccogliere fondi da destinare al centro della Provincia “La Fenice” che accoglie donne di tutte le età, italiane ed immigrate, vittime di ogni forma di sopruso in famiglia, nel posto di lavoro, nella società. L’iniziativa è nata su impulso di una band teramana, i “Manugrè” in collaborazione con l’associazione culturale "Federica e Serena", il Comune, il centro antiviolenza di via Trento e Trieste con la Commissione Pari opportunità. «Si tratta davvero di un’occasione unica», hanno detto i promotori« per poter fare del bene e per poter trattare un argomento così duro ed importante, il tutto accompagnato da ottima musica». La manifestazione, che prende il nome dal film di Mario Monicelli del 1986, "Speriamo che sia femmina", vedrà tra i suoi protagonisti, oltre ai Manugrè, altre due band locali: i Manila Hemp e i Mistolana. Parteciperà anche il cantante Luca Strappelli. “Il centro La Fenice – spiega la vicepresidente della Commissione Pari opportunità Lucia Verticelli – è una struttura di notevole importanza visto che i servizi vanno dalla consulenza psicologica, all’assistenza legale, fino all’ospitalità nei casi di emergenza. E’ un centro che ha avuto notevoli difficoltà economiche che hanno messo in pericolo la sua sopravvivenza, e che è riuscito a riprendere le attività solo di recente. E’ per questo che l’iniziativa di questo gruppo di artisti è davvero lodevole”

Leave a Comment