Tercas, l'appello dei sindacati a Fondazioni e politica

TERAMO – Un appello alle Fondazioni Tercas e PescarAbruzzo, affinché acquisiscano il 30% del capitale del Gruppo Tercas, ed uno alla politica, soprattutto in vista delle elezioni, affinché inizi a preoccuparsi della questione banche e del problema del credito. A lanciarli sono i sindacati Fisac-Cgil, Fiba-Cisl, Uilca-Uil, Dircredito e Ugl-Credito. Il punto della situazione nel corso di una conferenza stampa, nella sede della Camera di Commercio a Pescara. Presenti Francesco Trivelli della Fisac-Cgil, Claudio Bellini (Fiba-Cisl), Alessandro Roselli (Uilca-Uil), Antonella Sboro (Fabi) e Fabrizio Filippone (Dircredito). "Questi sono giorni decisivi per scrivere la parola fine alla difficile situazione che coinvolge il gruppo Tercas – hanno sottolineato i sindacalisti -: una nuova pagina per il futuro dell’intero settore creditizio abruzzese. La Banca Popolare di Bari ha dichiarato che intende acquisire la Banca Tercas, commissariata da maggio 2012, con una quota pari al 70% del capitale e lasciare il restante 30% a personalità giuridiche presenti sul territorio". Nell’esprimere un giudizio "negativo" sull’operato del commissario straordinario della Tercas, Riccardo Sora, nominato dalla Banca d’Italia, i sindacalisti hanno affermato che "da tempo chiediamo un intervento di garanzia da parte delle Fondazioni presenti in regione per acquisire il 30% del capitale. Ad oggi – hanno osservato – non si conoscono i termini conclusivi della vicenda, né tantomeno il futuro delle due banche abruzzesi". "Siamo solo noi – hanno proseguito i sindacati – ad impegnarci per le banche e sulla questione credito, facendoci carico non solo dei problemi dei bancari, ma anche di quelli della clientela e del territorio. La classe politica deve porre più attenzione alla problematica del credito. Sono tutti bravi a dire che le banche devono dare soldi, ma nessuno lavora affinché gli istituti possano operare in un certo modo". I sindacalisti hanno anche espresso preoccupazione per la situazione di Carichieri, "ormai unica banca del territorio, interessata da una nuova ispezione di Bankitalia" e, definendo positivio il fatto che "abbia la forza di rimanere sul mercato come istituto autonomo", hanno comunque parlato di una situazione "oscura". Intanto, nel pomeriggio, è in programma, nella sede della Provincia di Pescara, un’assemblea di tutti i dipendenti delle banche presenti in Abruzzo. I sindacati illustreranno la piattaforma di rinnovo del contratto nazionale di lavoro.

Leave a Comment