Emergenza gas, Brucchi presenta un esposto alla Procura per interruzione di pubblico servizio

TERAMO – Mentre procedono le operazioni di ripristino delle fornitura del gas tra i quartieri teramani, il sindaco Maurizio Brucchi ha presentato nel pomeriggio di oggi al comando dei Carabinieri un esposto alla Procura della Repubblica sulla sospensione improvvisa della fornitura che da giovedì ha paralizzato il capoluogo. L’esposto è finalizzato a verificare l’ipotesi di reato di interruzione di pubblico servizio. A questo passaggio seguirà un attività di azione civile nei confronti di eventuali responsabili per far fronte ai danni economici provocati nei confronti di tutte le attività commerciali ed industriali del territorio teramano. E difatti si preannuncia annunciata una ‘valanga’ di richieste di risarcimento danni nei confronti della Società Gasdotti Italiani, le cui responsabilità nell’improvvisa disalimentazione della rete gas di Teramo e Torricella, sono state ammesse dalla stessa azienda. Mentre i cittadini e soprattutto i commercianti, aspettando di riavere il metano sperando di salvare quel che potrebbe ancora restare del pranzo di Pasqua e della Pasquetta, il silenzio più assoluto regna dalle parti dell’azienda laziale che trasporta il gas fino alle reti della "2i Rete Gas". Finora c’è soltanto una ammissione di responsbilità, da parte della Sg, fatta alla società distributrice, ma senza spiegazioni. Ancora non è chiaro cosa sia successo o chi abbia provocato questo guasto anomalo. Ma è certo che tantissimi, soprattutto chi ha un’attività e col gas lavora, chiederà il conto. In giornate di emerenza e disservizio il plauso va però riconosciuto alla macchina della solidarietà e della protezione civile. Brucchi ha inteso ringraziare la Polizia Municipale, le forze dell’ordine e tutti coloro che stanno lavoranso nella cucina mobile che solo  per oggi ha distribuito oltre 800 pasti. "Ringrazio – ha detto infine il sindaco anche gli operatori di Enel gas che lavorano incessantemente da giorni per ripristinare la situazione di normalità".
Adesso c’è un obiettivo: riportare il gas nelle case. Il sindaco e i vertici di "2i Rete Gas" si concentrano per ora sull’obiettivo pricipale: riportare il metano nelle abitazioni dei teramani e a Torricella.  Oggi i tecnici del gas sono in giro ancora per entrare nelle case e verificare i contatori, ridare pressione attraverso la cabine di strada. Finora sono state riattivate le utenze e le zone della Gammarana, San Berardo, Villa Mosca, Villa Viola, Colleparco, Università, Scapriano, Cannelli, Castrogno e le vie del centro storico: Madonna della Grazie, via De Albentiis. Entro questa sera alle 20 si procederà con via Savini, Circonvallazione Spalato, corso De Michetti, via Nicola Palma, circonvallazione Ragusa,  via dei Cappuccini, via Trento e Trieste, San Giuseppe, via Tom Di Paolantonio, via Milli, corso San Giorgio, viale Mazzini, via Veneto. In alcune di queste vie le operazioni si protrarranno anche domani mattina. Certamente domani l’erogazione verrà ripristinata anche in viale Bovio, Via Rischiera e via Nicola Dati.

Leave a Comment