Robin Hood insorge contro il taglio delle piante su via Po

TERAMO – Insorge l’Associazione consumatori Robin Hood per il taglio degli alberi che costeggiavano il muraglione di via Po, davanti alla sede dell’Istituto tecnico industriale "Alessandrini" di Teramo. «Quella che sembrava una semplice e doverosa potatura è stata trasformata in taglio di piante di pino – scrive Pasquale Di Ferdinando -. La barriera di verde che rappresentava un presidio di tutela per la scuola dalla polvere e dal rumore della sottostante variante della strada statale non c’è più». Robin Hood si chiede ci ha deciso questo. «Assistiamo in questo periodo – prosegue la nota dell’Associazione consumatori – ad un taglio diffuso o a potature sostanziali che spesso portano alla morte delle piante (vedasi anche due pini in via Flajani). La scuola è di proprietà della Provincia, quindi riteniamo che sia questa ad aver commissionato questo lavoro: non ne comprendiamo la logica, la scelta delle piante è l’unica ipotesi plausibile sembrerebbe che qualcuno ha voluto portare in evidenza l’archiettura della scuola, altrimenti coperta».

Leave a Comment