Vendeva iPhone e tablet a prezzi stracciati su e-Bay ma incassava solo i soldi

TERAMO – Vendeva cellulari iPhone e tablet a prezzi concorrenziale su e-Bay ma dietro agli sconti impossibili si celava una truffa. Gli agenti della squadra mobile della questura di Teramo hanno scoperto l’insospettabile attività di un 42enne originario di Montorio al Vomano che risiede a Corropoli: secondo quanto accertato dagli investigatori, dopo la denuncia di 12 vittime, l’uomo invitava i clienti a versare le somme per l’acquisto dei telefoni su una poste pay, indicata di volta in volta, che si è scoperto essere poi intestate a lui. Ovviamente, una volta incassato il denaro attraverso la carta, il materiale promesso non veniva consegnato. Per evitare le indagini ed essere scoperto, il 42enne, con pretesti diversi, otteneva i documenti di identità di amici e parenti inconsapevoli, con i quali attivava schede sim da utilizzare per i contatti con le vittime delle truffe. In alcune circostanze i documenti di identità acquisiti fraudolentemente venivano utilizzati dall’indagato per accendere conti correnti bancari all’insaputa del reale titolare così come per ottenere il rilascio di carnet di assegni da utilizzare poi per la realizzazione di altre truffe ai danni di commercianti ed esercenti. In altri casi queste generalità sono servite per concludere contratti con gestori della telefonia a nome di altri, che poi ricevevano bollette con ingenti importi per servizi mai fruiti. I poliziotti hanno perquisito la sua abitazione e sequestrato i computer dai quali gestiva le truffe. E’ stato denunciato per truffa e sostituzione di persona.  

Leave a Comment