Disoccupazione: Spina (Cisl), in Abruzzo raddoppiata in 5 anni

TERAMO – Disoccupati raddoppiati in cinque anni, 63mila del 2013 contro i 32 mila del 2008, e un tasso di disoccupazione che ha raggiunto l’11,4%, con quello giovanile in aumento di quasi 5 punti percentuali, dal 33% nel 2012 al 37,7% nel 2013". A ricordare preoccupato i dati Istat, in una nota, è il segretario generale Cisl Abruzzo Molise, Maurizio Spina, che sottolinea inoltre la gravissima la condizione di migliaia di lavoratori abruzzesi a causa della sospensione dei pagamenti delle indennità di cassa integrazione in deroga. I pagamenti in Abruzzo sono fermi a ottobre 2013, quindi "migliaia di famiglie da 5 mesi non percepiscono alcun reddito" e "a causa dell’immobilità del Governo in tutte le Regioni non sarà possibile prevedere nuove autorizzazioni dopo giugno". Già annunciati per domani presidi di Cgil, Cisl, Uil davanti alla Prefetture abruzzesi. "La situazione sociale rischia di diventare esplosiva – prosegue Spina -. In Abruzzo nei primi tre mesi 2014 le ore autorizzate di cig in deroga sono raddoppiate rispetto allo stesso periodo 2013. Un dato ancora sottostimato. L’Abruzzo dal 2008 al 2013 ha perso quasi 30 mila occupati.

Leave a Comment