L'Abruzzo protagonista ai Musei Vaticani

TERAMO – Per la prima volta l’Abruzzo entra nei Musei Vaticani. L’occasione arriva dalla mostra fotografica "L’umiltà e il coraggio che hanno cambiato la storia. Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II", aperta al pubblico fino al 19 luglio. Nell’ambito dell’esposizione, le eccellenze e le tradizioni del territorio abruzzese saranno presentate al mondo accanto ai ricordi dei due Papi diventati Santi lo scorso 27 aprile. Un corner dedicato all’Abruzzo illustrerà – tramite postazioni informatiche e un maxischermo – le eccellenze del territorio abruzzese, dal patrimonio naturalistico alle risorse turistiche, dalle tradizioni religiose alla gastronomia. Un ampio spazio della mostra, inoltre, sarà riservato al rapporto tra Giovanni Paolo II e la nostra regione: nove su sessanta in tutto le immagini di Wojtyla che ripercorrono questo legame speciale vissuto dal pontefice polacco tra visite ufficiali e tante “fughe” (almeno un centinaio) sulle montagne abruzzesi. Previste agevolazioni per i gruppi e le scolaresche provenienti dall’Abruzzo che avranno la possibilità di acquistare, a un prezzo speciale, un pacchetto che include il biglietto d’ingresso, l’entrata ai Musei “bypassando” la fila, la guida della mostra e un gadget. La partecipazione abruzzese alla mostra è stata presentata questa mattina in conferenza stampa a Pescara dal responsabile dell’organizzazione, Quirino Marchegiani, dalla responsabile della fototeca dei Musei Vaticani, Paola Di Giammaria, e dall’assessore regionale al Turismo, Mauro Di Dalmazio. L’evento – curato dalla Di Giammaria insieme al fotografo ufficiale di Giovanni Paolo II, Arturo Mari – è organizzato dal Centro Televisivo Vaticano e dal Servizio Fotografico de “L’Osservatore Romano” in collaborazione con Officine International e QMedia.

Leave a Comment