Gli "amici degli animali": «Il nostro spazio 'scippato' dal camper rosa»

TERAMO – E’ ancora polemica sull’occupazione del gazebo dell’associazione "Amici degli animali" che sabato ha scatenato la poemica a suon di comunicati tra i candidati sindaco Manola Di Pasquale (che ha accusato Brucchi di di fare visite senologiche nello spazio dell’associazione per fare campagna elettorale) e Maurizio Brucchi (che ha replicato di fare strumentalizzazione sulla campagna dell’Arc). Oggi prende la parola l’associzione che accusa il primo cittadino uscente. «E’ vero che il gacebo riservato alle attività degli amici degli animali è andato distrutto dai vandali – si legge nella nota tuttavia il sindaco non aveva diritto a occupare la postazione in piazza Martiri che era stata regolarmente concessa dagli uffici. «Ci saremmo aspettati dal primo cittadino solidarietà e massima collaborazione – spiega visto che l’area in Piazza Martiri è stata sottoposta a rilevamento da parte dei Carabinieri di Teramo ed invece, per tutta risposta, il primo cittadino come se fosse cosa di sua proprietà, ha occupato col camper rosa il posto regolarmente assegnatoci e senza darci alcuna spiegazione ha dirottato la nostra associazione in un gazebo vicino al duomo, senza corrente elettrica e per tanto non abbiamo potuto espletare al meglio le nostre attività, con conseguente perdita di quei contributi tanto preziosi all’associazione, per il sostentamento degli animali di territorio». «Singolare che l’assessore Campana- prosegue la nota – la mattina di sabato anzichè preoccuparsi dell’atto vandalico da noi subito e collaborare quindi con le forze dell’ordine ai rilevamenti di rito, ha piuttosto rimbrottato il nostro presidente pretendendo che la carcassa del gazebo fosse celermente rimossa, per fare spazio al camper rosa del sindaco Brucchi. Alla luce di quanto detto rendiamo consapevole la cittadinanza che è stata esposta formale denuncia.

Leave a Comment