Il sindaco ai vigili urbani: «Sciopero sì, ma…»

TERAMO – La minaccia di sciopero dei vigili urbani in una giornata così importante come quella in cui transiterà a Teramo una carovana di mille autovetture, quella della Mille Miglia, non passa certo inosservata per l’amministrazione comunale teramana. E sollecita il sindaco Maurizio Brucchi a distogliersi dalla campagna elettorale per intervenire. Sul tavolo c’è il problema del riconoscimento del riposo compensativo del turno festivo infrasettimanale, negato dal dirigente Fulvio Cupaiolo e concesso invece dal comandante del Corpo, Zaina. Il sindaco interviene per sottolineare come il problema non sussista proprio per il provvedimento adottato dal comandante: i vigili, dice il primo cittadino, godono attualmente di tale diritto, come da indicazioni di sindaco e giunta, cosi come si evince dall’atto del Comandante Zaina che riconosce tale diritto. In ogni caso suilla vicenda è stata inoltrata richiesta di parere al ministero dell’economia e delle finanze (Mef). «L’intenzione dell’amministrazione – conclude il sindaco Brucchi -, manifestata appunto con la richiesta al Mef, è di raggiungere unanimemente e concordemente la chiarezza: in questa ottica, pur rispettando il diritto allo sciopero, si ritiene che un atteggiamento più cauto, avrebbe potuto indurre almeno ad attendere tale parere».

Leave a Comment