La Giplast verso l'ingresso in Borsa

TERAMO – La Giplast verso l’ingresso in Borsa. Il gruppo teramano, leader italiano nella produzione di bordi in ABS e PVC per l’industria del mobile, con sedi produttive in Abruzzo ed Emilia Romagna, è infatti una delle 28 società selezionate per il programma ELITE della Borsa italiana, rivolto alle aziende con un fatturato superiore a 15 milioni di euro e un tasso di crescita del 15% al momento dell’ammissione. Mercoledì scorso la Giplast è stata presentata alla platea di Palazzo Mezzanotte in piazza Affari insieme alle altre 27 realtà mmesse. Il programma ELITE ha partner istituzionali come il ministero dell’Economia e delle Finanze, Confindustria, Abi, Bocconi e Academy. Tra gli obiettivi, quello di offrire alle realtà aziendali una piattaforma di strumenti e servizi per reperire capitali e cogliere nuove opportunità di visibilità e networking, facilitando la crescita e l’avvicinamento culturale delle imprese ai mercati finanziari. Attualmente sono 150 le aziende che fanno parte della piattaforma ELITE, rappresentano le eccellenze della PMI Italiana e coprono diversi settori: software e servizi informatici, ingegneria industriale, moda e alimentari. "La partecipazione al programma ELITE costituisce per la nostra azienda il primo passo per l’ingresso in Borsa – commenta il patron del gruppo Giuseppe Marozzi – l’adesione ad ELITE realizza il piano di sviluppo avviato nel 1997 e perfezionato nel 2013 con l’ingresso della VERTIS sgr, fondo di private equity, nel capitale aziendale". “La professionalità, l’innovazione e la qualità dei nostri prodotti – continua il presidente – sono gli elementi che ogni giorno ci fanno meritare la fiducia delle persone e delle imprese che si affidano a noi. Con ELITE vogliamo accrescere questa fiducia, rafforzando la formazione delle risorse umane, sviluppando nuovi processi di apprendimento organizzativo, incrementando la crescita globale del valore dell’impresa. Si tratta di un volano per creare nuove opportunità di crescita sul territorio, accelerare l’innovazione industriale, incrementando la competitività della nostra regione, favorendo la distribuzione del benessere.”

Leave a Comment