Senza patente si ferisce gravemente e chiede 2mln di euro di danni: denunciato per truffa

TERAMO – Due fratelli teramani sono stati denunciati dagli agenti della Polizia stradale di Teramo per truffa ai danni di una compagnia di assicurazioni, dell’ammontare di due milioni di euro.  D. ed M.M., rispettivamente di 24 e 27 anni, avevano architettato la truffa partendo da un incidente in cui era rimasto coinvolto il più giovane. Questi, al volante di una macchina, senza patente, ritirata per guida in stato di ebbrezza, solo a bordo, era finito fuori strada, rimanendo gravemente ferito. Madre, fratello e un amico gli prestarono soccorso accompagnandolo in ospedale, senza chiedere l’intervento delle forze di polizia. Una volta al pronto soccorso avevano dichiarato falsamente che sull’autovettura c’era alla guida il fratello maggiore, uscito illeso, e che lui era seduto sul sedile passeggero. Da qui la richiesta di risarcimento danni all’assicurazione, quantificato in due milioni di euro, in virtù delle gravissime lesioni riportate, che gli impediscono di camminare. Le indagini della sezione di polizia giudiziaria della Polstrada di Teramo hanno però accertato la verità e l’incredibile messa in scena, che avrebbe procurato alla compagnia assicuratrice un danno di elevata entità. I fratelli sono stati denunciati per tentata truffa, mentre per la posizione giudiziaria della madre e dell’amico la valutazione è stata rimessa alla Procura.

Leave a Comment