Cartelle Tia, i commercianti infuriati chiedono una proroga del pagamento a settembre

TERAMO – Chiedono una proroga della scadenza dell’acconto Tia al 30 settembre i commercianti teramani indignati per il recapito delle cartelle a una settimana dalla scadenza e in concomitanza con altri impegni fiscali quali Imu e conguagli Irpef. Sulla vicenda è intervenuto in una nota il presidente comunale di Confesercenti Fiancarli Da Rui che spiega: « Tutto ci saremmo aspettati tranne una simile iniziativa in codesto frangente, soprattutto mentre loro, gli amministratori, si stanno spartendo la torta della risicata vittoria alle ultime elezioni per rispondere solo ad esigenze correntizie partitiche. Dopo tanto parlare di revisione della spesa pubblica si conferma della costituzione di ben nove assessorati (quasi un terzo di 32 membri eletti al consiglio comunale), mentre noi con profondo rammarico constatiamo quanto, gli amministratori del comune di Teramo, siano lontani dal percepire le esigenze dei cittadini”. Per quanto riguarda l’acconto Tia in scadenza al 30 giungo, spiega la nota di Confesercenti – nella totalità dei casi tale avviso è stato recapitato a meno di una settimana dalla scadenza, in un mese in cui sia famiglie che imprese sono oberate da ulteriori impegni .Nel manifestare tutto il nostro sdegno per tali scelte e soprattutto per gli operatori economici e commerciali i quali si sono visti recapitare doppi avvisi ( uno per l’impresa e l’altro per la famiglia), chiediamo al sindaco Brucchi di prorogare la scadenza dell’acconto Tia alla data del 30 settembre 2014 .

Leave a Comment