Alba Adriatica unico comune "Riciclone" nella classifica di Legambiente

TERAMO – Sono 1.328 i comuni italiani campioni nella raccolta differenziata dei rifiuti, si tratta del 16% dei comuni d’Italia per un totale di 7,8 milioni di cittadini interessati. E’ questo il dato emerso nell’ambito della nuova edizione dei “Comuni Ricicloni”, iniziativa realizzata con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare e che ha premiato le realtà meritevoli a Roma. In Abruzzo i Comuni che si sono distinti nel dire addio al cassonetto sono stati 18 e nessuno di questi è capoluogo di provincia, i soli tre comuni al di sopra dei 10 mila abitanti sono: Alba Adriatica, Cepagatti, e Avezzano. Per accedere alle classifiche i comuni devono aver raggiunto l’obiettivo di legge del 65% di raccolta differenziata. La classifica è poi costruita attraverso un indice di buona gestione dei rifiuti urbani: quest’anno per la prima volta i “primi della classe” sono almeno uno per ogni regione d’Italia, con l’unica eccezione della Valle d’Aosta, che non ha neanche un comune virtuoso. L’indice di efficienza della raccolta differenziata dei comuni abruzzesi premiati è pari al 50,10 per Cepagatti, 48,34 per Avezzano e 39,19 per Alba Adriatica. Sono 15 i comuni al di sotto dei 10 mila abitanti ad avere avuto questo il riconoscimento: Palena (con un indice pari a 68,06); Pratola Peligna (61,50); Torano Nuovo (60,08); Scafa (59,77); Raiano (53,36); Archi (52,83); Poggiofiorito (52,69); Crecchio (52,31); Tossicia (51,97); Orsogna (47,17); Fara San Martino (47,17); San Vito Chietino (45,96); Popoli (40,61) e Castel di Ieri (39,05). La classifica di quest’anno evidenzia il lento spostamento al centro sud della distribuzione geografica dei “ricicloni”, ancora saldamente insediata nel Nord Est (Veneto, Friuli Venezia Giulia e il Trentino Alto Adige). In particolare grazie alla crescita dei comuni marchigiani, che hanno applicato il porta a porta e che usufruiscono degli sconti per lo smaltimento in discarica in base alle performance di differenziata”.

Leave a Comment