Campli, sui fondi scuola è battaglia sulla paternità

CAMPLI – «Se in cinque anni il consigliere Fiorà non ha dato prova di buona amministrazione, in soli due mesi ha già dimostrato di dover migliorare anche nel ruolo di opposizione». A dirlo è il sindaco di Campli, Pietro Quaresimale, in riferimento alle dichiarazioni del consigliere di opposizione, Marino Fiorà, sui fondi a disposizione per l’edilizia scolastica. «Ancora una volta – aggiunge Quaresimale – siamo costretti a ricordare che i 900mila euro sbandierati da Fiorà non sono stati affatto recuperati dalla Giunta Giovannini. Si tratta infatti di risorse erogate dalla Giunta Chiodi e legate alla ricostruzione post-sisma del 2009, a seguito della stima dei danni elaborata e comunicata alla Regione Abruzzo dall’amministrazione Stucchi. Una somma ingente che l’ex sindaco Giovannini ha dunque ereditato senza peraltro riuscire a tradurla in cantieri e opere concrete». Per quanto riguarda, infine, il finanziamento concesso dal governo Renzi ai comuni per l’edilizia scolastica, Quaresimale assicura che ne sarà data immediata conoscenza “in modo corretto e ricostruendo con lealtà l’iter di recepimento dei fondi, non appena riceveremo la comunicazione ufficiale dell’avvenuto accredito. Per noi ad avere la precedenza sono i fatti. Anche in questo siamo diversi dalla Giunta Giovannini, per la quale valeva la regola del comunicare a prescindere, senza certezza di risorse o avvio dei progetti». Quaresimale conclude: «Lo invitiamo ad abbandonare i toni da guerra civile permanente e ad accantonare la politica dei comunicati stampa per concentrarsi meglio sul lavoro da svolgere come consigliere di opposizione. Un ruolo importante di cui, come Giunta, abbiamo un sincero e grande bisogno. Ma solo se svolto in modo informato, documentato e, soprattutto, onesto intellettualmente».

Leave a Comment