Chiodi a D'Alfonso: «Regione tartaruga sulla nomina alla Asl di Teramo»

TERAMO – «Avevo evitato di intervenire sul clamoroso ritardo nella nomina del vertice della Asl di Teramo un pò per sconforto, un pò perché, avendo letto la dichiarazione del presidente D’Alfonso che fissava il 13 agosto come data risolutiva, ritenevo ormai, sia pure molto lentamente, conclusa la questione. Mi sorprendo, invece, nel leggere che l’Assessore regionale alla Salute, rispondendo alla doverosa sollecitazione del vice presidente del Consiglio regionale Paolo Gatti, annunci che la Asl di Teramo rimarrà priva del direttore fino ai primi di settembre». Lo scrive in una nota il presidente emerito Gianni Chiodi sottolineando che "questo Abruzzo lento, lento come una tartaruga, denunci una mancanza di idee chiare, un eccesso di conflitto politico su una nomina e una carenza di attenzione e di rispetto per i cittadini della provincia di Teramo e che questo passaggio così negativo rimarrà scolpito nella memoria della comunità provinciale».

Leave a Comment