Temperatura a picco e neve sul Gran Sasso

TERAMO – Neve ‘estiva’ con 20 centimetri in quota sul Gran Sasso, imbiancata intorno ai 2.200 metri (nelle foto tratte da Facebook), e temperature a picco anche sulla costa abruzzese con Pescara dove ieri le spiagge erano piene e oggi il termometro è sceso a 15 gradi con pioggia battente fin dalla mattina. «La prima fase di questo peggioramento – spiega Giovanni De Palma di AbruzzoMeteo – sta lasciando l’Abruzzo, ma attenzione perché non è finita: è in arrivo la seconda fase, che interesserà la fascia orientale e la costa con piogge intense, anche a carattere temporalesco, e veri e propri acquazzoni, nel pomeriggio, in serata e nella notte». «Le temperature – sottolinea l’esperto – sono diminuite sensibilmente, scendendo, ad esempio, fino ai 14-15 gradi a Pescara e con neve attorno ai 2.000-2.200 metri». «Sempre a partire dal pomeriggio – sottolinea l’esperto – si intensificheranno i venti settentrionali, con il rischio di mareggiate. Da domani assisteremo a un graduale e lieve miglioramento, soprattutto nella seconda parte della giornata. Da mercoledì, però, ancora temporali sulla coste e sulle zone collinari, che poi si sposteranno sulle zone interne. L’instabilità permarrà almeno fino a giovedì». «Il bel tempo – sottolinea infine De Palma – tornerà e tornerà anche il clima gradevole, ma difficilmente avremo temperature estive. Questa è stata un’estate anomala – conclude il meteorologo – condizioni simili si erano registrate nel 1996».

Leave a Comment