La crisi della Tercoop (e la richiesta di danni per 250mila euro) sbarca in consiglio comunale

TERAMO – Esplode in consiglio comunale la crisi dei dipendenti-soci della Tercoop, la cooperativa che gestisce i parcheggi a pagamento nella città di Teramo. Il personale con il loro presidente Leo Iachini sono intervenuti ai lavori del consiglio comunale, riunito oggi per la seduta del ‘question time’, per esporre la loro problematica e ribadire la loro proposta al comune per essere utilizzati in servizi socialmente utili che non siano soltanto la gestione dei parcheggi. Iachini ha anche parlato ai consiglieri, prendendo la parola dai banchi dell’assise civica. Nella sua risposta, il sindaco Maurizio Brucchi, dopo aver rassicurato i dipendenti Tercoop sul loro futuro occupazionale («State tranquilli – ha detto – lo ripeto a voi come ho avuto modo di dirlo in altre occasioni anche ai dipendenti del Ruzzo o della Team»), ha però punzecchiato rendendo nota l’iniziativa legale che la stessa Tercoop ha avviato nei confronti del Comune: la cooperativa chiede infatti un risarcimento danni per circa 250mila euro, in virtù della progressiva ‘sottrazione’ di stalli a pagamento dal piano parcheggi affidato, con conseguente riduzione degli incassi negli anni. Il sindaco ha comunque garantito che al momento non c’è possibilità di accoglimento della proposta Tercoop perchè per quei servizi c’è un contratto con Teramo Ambiente che scadrà ad aprile 2015. In quela data sarà possibile concertare la possibilità di prevedere un allargamento delle competenze e dei contributi per la cooperativa.

Leave a Comment