Il miele millefiori più buono è prodotto a Montorio

TERAMO – Marisa Marcacci di Montorio al Vomano per la categoria Miele millefiori; Apicoltura Di Simone di Palombaro, in provincia di Chieti, per la categoria Mieli Millefiori della Montagna abruzzese; Apicoltura Colle Salera di Pratola Peligna, in provincia dell’Aquila, con miele di Timo Serpillo, per la categoria Mieli particolari d’Abruzzo, sono i produttori primi classificati del concorso "Migliori mieli dei Parchi d’Abruzzo". Il concorso, alla prima edizione, è nato dalla collaborazione tra Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, Parco Nazionale della Majella, Parco d’Abruzzo, Lazio e Molise e Parco regionale Sirente Velino. L’assegnazione è avvenuta a Sulmona, nell’ambito dell’iniziativa ‘Per La Majella’: vi hanno partecipato 55 mieli di varie tipologie, frutto del lavoro di 37 apicoltori. Il riconoscimento speciale è stato assegnato al miele di Ailanto, prodotto dall’Apicoltura Fantini di Sulmona. Per ciascuna categoria i premiati sono stati tre. Particolarmente apprezzate dai visitatori sono state le attività gestite dagli Ambasciatori del Miele (AMI) con giochi di ruolo sul mondo delle api e degustazioni guidate. Soddisfatti gli Enti promotori che, attraverso il Curatore del concorso, l’agronomo del Parco Gran Sasso Laga, Giorgio Davini, "a fronte della straordinaria partecipazione e dell’interesse suscitato dall’iniziativa, confermano anche per il futuro l’impegno delle aree protette per la tutela delle api, delle attività degli apicoltori e per la valorizzazione dei mieli di qualità prodotti all’interno dei parchi d’Abruzzo".

Leave a Comment