Alloggi popolari, nuove priorità per la riassegnazione in caso di sgombero

TERAMO – Edilizia pubblica, via libera in Consiglio regionale all’emendamento presentato dai consiglieri Sandro Mariani (Pd) e Domenico Pettinari (M5S) in favore degli assegnatari di alloggi popolari oggetto di sgombero coattivo o interventi di demolizione-ricostruzione. L’emendamento, votato all’unanimità dalla prima commissione consiliare, stabilisce che chi ha subito uno sgombero coattivo o ha dovuto lasciare la propria casa per interventi di demolizione o ricostruzione ha una priorità nella riassegnazione degli alloggi ricostruiti o recuperati se sottoposti allo stesso regime di quelli originariamente assegnati. La norma approvata fa riferimento alla fattispecie di assegnatari in regola con i requisiti per la permanenza degli alloggi, in regime di canone sovvenzionato o convenzionato, ma che una volta usciti dalla casa popolare trovano difficoltà a farsene riassegnare un’altra. ”Gli assegnatari – spiega il capogruppo Pd in Regione Sandro Mariani – potranno anche chiedere la riassegnazione di alloggi ricostruiti o recuperati in regime diverso dagli originari purchè accettino il diverso regime e le diverse condizioni contrattuali anche se queste dovessero risultare più onerose”. “In un momento di forte crisi economica – chiude Mariani – con le famiglie che faticano a trovare abitazioni popolari, abbiamo pensato di adottare una norma di buon senso che tutela numerose famiglie abruzzesi che vivono da anni in alloggi degradati di edilizia popolare”.

Leave a Comment