D'Alberto (Pd): «Teramo insensibile con i suoi disabili»

TERAMO – “Il Comune di Teramo insensibile verso i suoi disabili”. L’accusa arriva dal consigliere comunale Gianguido D’Alberto in riferimento al fatto che, nel Piano triennale delle opere pubbliche, l’amministrazione non prevede investimenti per l’abbattimento delle barriere architettoniche. “L’ultimo piano approvato dall’amministrazione Brucchi – si legge nella nota diffusa dal Pd – si pone in perfetta continuità con quelli fallimentari degli anni precedenti soprattutto nella parte in cui dimentica nuovamente di stanziare fondi per finanziare interventi organici di abbattimento delle barriere architettoniche nell’ambito del nostro territorio. Nonostante le innumerevoli denunce presentate negli anni scorsi, torniamo a riscontrare l’inaccettabile insensibilità sociale del centrodestra teramano di fronte ad un’esigenza avvertita su tutto il territorio comunale, dal centro alle frazioni, che si dimostra, anche a causa della scarsa attività di manutenzione, sempre più ostico e ostile ai nostri concittadini costretti a spostarsi in carrozzina e, più in generale, a chiunque abbia difficoltà di deambulazione». D’Alberto le ristrettezze economiche non sono motivo sufficiente a giustificare l’assenza di una programmazione in tale senso che permetterebbe anche di intercettare fondi europei. “Manca la volontà politica” per il capogruppo D’Alberto che sollecita subito un’azione di monitoraggio e pianificazione, anche con la collaborazione delle associazioni presenti sul territorio, che porti a censire le barriere architettoniche più impattanti in città e che consenta di predisporre un progetto volto ad evitare che, sul piano dei diritti fondamentali, esista una differenziazione tra cittadini di serie A e di serie B.

Leave a Comment