Baltour sfida la crisi. Boom di utenti per le Marche e le grandi città italiane

TERAMO – A dispetto della crisi il Gruppo Baltour traccia un bilancio positivo dei servizi e registra un segno positivo nel bilancio estivo. Per quel che riguarda le rotte nazionali sono ad esempio aumentati del 30 % gli utenti sulle linee da e per la Sicilia mentre la nuova linea Napoli-Roma-Milano-Torino, notturna e diretta, ha fatto registrare il tutto esaurito su quasi tutte le corse anche grazie alle offerte low cost a partire da 1 euro. Sta riscuotendo consensi, inoltre, la nuova iniziativa di potenziamento della rete nella regione Marche, con le principali località (Macerata, Civitanova centro, Ancona centro, Pesaro centro) collegate alla stazione di interscambio, l’hub di Bologna, da cui partono tutte le linee per il nord Italia. Un incremento del 5-10 %, dovuto anche al minor peso della crisi, si è avuto sulle rotte internazionali e, in particolare, su quelle da e per Berlino, Parigi, Lione, Amsterdam, Marsiglia, Tolosa e, con segni interessanti di ripresa, anche sulle destinazioni spagnole. Da sottolineare il fatto che l’incremento generale dei passeggeri è stato affrontato con l’inserimento di numerose corse supplementari che hanno consentito ai viaggiatori di usufruire dei collegamenti anche nei giorni di esodo. “Valutiamo con soddisfazione questi risultati – dichiara il presidente del Gruppo Baltour, Agostino Ballone – che sono il segno tangibile di un apprezzamento che continua a crescere da parte dei nostri clienti, sempre più spesso anche turisti. Si sceglie l’autobus non solo perché è conveniente e comodo, ma anche perché consente di arrivare a destinazione in maniera capillare e con tutti i comfort che oggi la tecnologia offre”. Ad oggi il Gruppo Baltour gestisce una rete che collega ogni giorno con i suoi bus 17 regioni italiane e 23 nazioni europee per oltre 500 destinazioni servite.

Leave a Comment