Francesca Neri madrina del Premio "Di Venanzo"

TERAMO – Sarà Francesca Neri la madrina della 19esima edizione del Premio "Gianni Di Venanzo". L’attrice prenderà parte alla cerimonia di consegna degli Esposimetri d’Oro in programma sabato 11 ottobre alla sala polifunzionale della Provincia. Il calendario completo della rassegna internazionale dedicata alla fotografia cinematografica.

SI INIZIA CON L’OMAGGIO A DINO RISI – Il primo appuntamento è fissato per lunedì prossimo, 29 settembre, con un omaggio a Dino Risi che si terrà nella Casa di Riposo De Bendictis di Teramo dove saranno proiettati 5 film del grande regista italiano. Le pellicole alle quali hanno lavorato gli autori della fotografia premiati quest’anno saranno invece proiettati a partire da domenica 5 ottobre nella sede di Teramo Nostra. Nel complesso il programma del Premio "Di Venanzo" durerà tre settimane, una in più delle precedenti edizioni, e anche per l’edizione 2014 si articolerà in un costante rapporto con associazioni e eccellenze del territorio teramano. Riproposto anche quest’anno il concorso, giunto alla quinta edizione, di video e cortometraggi sul rapporto uomo-animale e gestito insieme all’Istituto Zooprofilattico. Due inoltre gli appuntamenti con l’arte: la mostra antologica di Amilcare Rambelli, artista milanese ma teramano d’origine, e l’esposizione di pittura di Carmine Castaldo che rende omaggio ai protagonisti del cinema italiano. Non mancheranno infine convegni e rappresentazioni teatrali, proposte dalla compagnia “Gli sbandati” e dal “Nuovo Teatro Teramo”.

COMUNALE INDISPONIBILE, LA CERIMONIA ALLA SALA POLIFUNZIONALE – “Quando abbiamo saputo dell’indisponibilità del Comunale (quest’anno il teatro non ospiterà la cerimonia di consegna dei premi a causa degli interventi di messa a norma per la prevenzione antincendi ndr.) – ha detto stamattina il presidente di Teramo Nostra, Piero Chiarini – abbiamo anche pensato di spostare in un’altra città della provincia la cerimonia di premiazione e anche il concerto del giorno prima. Ci avrebbero accolto a braccia aperte. Ma noi, pur con qualche difficoltà, abbiamo deciso di restare a Teramo". "Certo – ha aggiunto Chiarini – ci aspettiamo qualche aiuto in più dalle istituzioni come fanno, ad esempio, a Pescara e a L’Aquila, dove intervengono con fondi importanti. Un Premio così importante e così sentito nel mondo del Cinema meriterebbe maggiore attenzione da parte delle istituzioni”. La cerimonia di premiazione, come detto, si svolgerà nella Sala polifunzionale della Provincia l’11 ottobre, così come il concerto di venerdì 10 ottobre. Viste le ridotte dimensioni rispetto al cineteatro Comunale, verrà proposto un concerto del pianista Franco Di Donatantonio, al posto dell’esibizione della banda di Montorio.

Oltre a Piero Chiarini di Teramo Nostra (l’associazione culturale che da sempre organizza il Premio), alla conferenza stampa di questa mattina sono intervenuti il direttore artistico dell’associazione Sandro Melarangelo, l’assessore al Bilancio del Comune di Teramo Eva Guardiani, Nicola Ferri in rappresentanza dell’Istituto Zooprofilattico Caporale di Teramo, il pianista Franco Di Donatantonio, il regista Gian Franco Manetta e Filippo Andreoni. I

Leave a Comment